Sentieri Roccaraso: la tua vacanza tutto l'anno!

Sentieri Roccaraso: la tua vacanza tutto l’anno

Indice

 

 

Vacanza green

La vacanza green è una scelta di benessere che ti permette di abbandonare lo stress e rigenerarti nella natura.

Il caos che viviamo ogni giorno, rende sempre più essenziale una vacanza sostenibile, quasi un ritorno alle origini, per riconciliare mente e corpo.

Fare attività sportiva all’aria aperta, specie se pura come la nostra, è in grado di trasformare la tua vacanza in una vera e propria SPA naturale, ad impatto zero.

La coppia vincente della vacanza green è una soltanto: sentieri Roccaraso.

 

Vacanza green: rigenerarsi sui sentieri di Roccaraso

 

Sentieri Roccaraso

Se vuoi vivere la tua vacanza in Abruzzo in modo sano e autentico, non perdere i bellissimi sentieri da Roccaraso alla natura più vera. 

In ogni stagione regalano bellissime emozioni e sarà affascinante percorrerli con le ciaspole in inverno, tra i fiori in primavera, con il fresco in estate e con i colori indimenticabili in autunno

Si tratta di itinerari di montagna che potranno essere percorsi lentamente, oppure in modo più atletico, come allenamento per l’attività escursionistica, il nordic walking e le ciaspolate invernali. 

I sentieri, ognuno identificato da numero e nome, hanno difficoltà variabile

 

Ad esempio, i sentieri 101 (sentiero Fortunato) e 102 (sentiero La Pineta), essendo molto vicini al centro del paese, possono essere agevolmente sfruttati per momenti di relax, magari anche rallentando e sostando su una panchina per leggere un libro, o per fare un po’ di attività fisica lontani dal caos ma comunque in tutta sicurezza. 

Il sentiero 105 (sentiero Campitelli) è tra i più lunghi, pertanto va affrontato con criterio, portando in uno zaino tutto l’occorrente, dal cibo al vestiario ed alle dotazioni di primo soccorso.

Ovviamente porta con te la ‘mappa sentieri Roccaraso’, utile per sciogliere eventuali incertezze. 

 

Mappa dei sentieri di Roccaraso

 

Per quanto riguarda la fruibilità, vanno considerati alcuni aspetti stagionali. 

I sentieri descritti, sono consigliati in ogni mese dell’anno, ma naturalmente ogni periodo ha le sue peculiarità e le sue richieste. 

Quindi, senza mai dimenticare una cartina dei sentieri, se decidi di percorrerli in autunno o nella stagione più fredda, avrai bisogno di abbigliamento termico adeguato e di attrezzature invernali, come scarponi e ciaspole. 

Qui il dettaglio dei sentieri di Roccaraso, grazie all’aiuto dei nostri carissimi amici Livia e Mauro .

Scoprili con noi.

 

Sentiero “Fortunato” n. 101

 

  • Difficoltà: T (Turistica)
  • Partenza: Località Ombrellone (m. 1275)
  • Arrivo: Località Fortunato (m. 1362)
  • Tempo di percorrenza: 30 minuti 

 

  • Oltrepassata la partenza della seggiovia, nei pressi dell’ingresso del parco avventura, imbocca a sinistra una pista da sci, detta “pista due“;
  • risali in direzione sud-est;
  • supera la prima ampia curva e svolta a sinistra, seguendo le indicazioni della tabella;
  • entra nella faggeta;
  • percorri un breve tratto in lieve ascesa fino al bivio della zona trampolini (sito 1);
  • mantieni la direzione e attraversa la zona dei trampolini, risalendo un breve tratto di collegamento a destra incrocerai il sentiero 102;
  • al bivio dei trampolini, segui le indicazioni della tabella per località Fortunato (sito 2);
  • svolta a destra nella faggeta, procedendo in salita;
  • all’incrocio con i sentieri 102 e 103, a quota 1362 m. si giunge alla meta;
  • un percorso di ritorno alternativo è offerto dal sentiero 102, tornando in Piazzetta.

 

Relax sui sentieri di Roccaraso

 

Sentiero “La Pineta” n. 102 

 

  • Difficoltà: T (Turistica)
  • Partenza: La Piazzetta (m. 1275)
  • Arrivo: La Pineta – Postazioni belliche, sito n. 4 (m. 1374)
  • Tempo di percorrenza: 45 minuti

 

  • Partendo dalla Piazzetta imbocca il sentiero 102, dietro la Casa di Riposo;
  • percorrilo fino alla località Punta Rossa – Vecchio pattinaggio (sito 5);
  • segui le tabelle segnavia e sali al vecchio pattinaggio;
  • prosegui sul sentiero ben marcato entrando nel bosco di abeti;
  • al primo tornantino si incrocia a destra il sentiero Fortunato 101;
  • prosegui la salita per altri 7 tornanti in pineta;
  •  giungi a quota 1379 m;
  • al bivio svolta a sinistra verso est e supera la cima del rilievo a quota 1382 m;
  • in lieve discesa giungi un punto panoramico da cui è possibile ammirare le cime dei Monti Maiuri e Arazzecca, rivestiti da fitte faggete;
  • in tutta l’area e soprattutto su questo versante è possibile individuare tracce di posizioni belliche dell’ultimo conflitto mondiale: concavità del terreno, circondate da pietre che accoglievano pezzi di artiglieria, camminamenti di collegamenti tra postazioni, buche causate da esplosioni di ordigni;
  • tornando indietro, al punto di valico, il sentiero prosegue in direzione ovest;
  • dopo una breve discesa, superata una murella semidistrutta, giuni all’incrocio con i sentieri 101 e 103;
  • ritorna per lo stesso sentiero.

 

Sentiero “Quadrone – Valle Canara” n. 103

 

  • Difficoltà: T (Turistica)
  • Partenza: Località Fortunato, sito n.2 (m. 1362), partendo dalla Piazzetta 
  • Arrivo: Valle Canara – incrocio con sentiero n. 105 (m. 1348)
  • Tempo di percorrenza: 30 minuti

 

  • Per raggiungere la località Fortunato (sito 2), partendo dalla Piazzetta imbocca il sentiero 102, dietro la Casa di Riposo;
  • percorrilo fino alla località Punta Rossa – Vecchio pattinaggio (sito 5);
  • segui le tabelle segnavia e sali al vecchio pattinaggio;
  • prosegui sul sentiero ben marcato entrando nel bosco di abeti;
  • al primo tornantino si incrocia a destra il sentiero Fortunato 101;
  • dalla località Fortunato imbocca il sentiero in lieve discesa, come indicato dalla segnaletica;
  • addentrati nella faggeta nel punto marcato da un totem biancorosso;
  • risali nel bosco da un’ampia curva verso destra, fino a raggiungere un esteso terrazzamento aperto (località Quadrone, sito 3) da attraversare in direzione sud-ovest;
  • segui la tabella all’uscita del bosco e piega a sinistra fino all’incrocio con il sentiero 104 (che conduce al Campetto degli Alpini);
  • prosegui la carrareccia ben tracciata e scendi fino all’incrocio con il sentiero 104;
  • da qui, proseguendo a destra raggiungi la località Campitelli (sito 7) con circa 1 ora di cammino;
  • svoltando a sinistra in direzione nord, percorrendo la Valle Canara, giungi alla strada asfaltata che riporta all’abitato di Roccaraso.

 

La bellezza che potrai scoprire sui sentieri di Roccaraso

 

Sentiero “Campetto degli Alpini” n. 104

 

  • Difficoltà: T (Turistica)
  • Partenza: Località Quadrone, sito n.3 (m. 1398), partendo dalla Piazzetta
  • Arrivo: Campetto degli Alpini (m. 1424)
  • Tempo di percorrenza: 40 minuti

 

  • Per raggiungere la località Quadrone dalla Piazzetta, segui i primi 8 punti del sentiero precedente n. 103;
  • dall’incrocio col sentiero 103 in località Quadrone il sentiero si addentra, salendo in direzione sud-ovest, in una pinetina;
  • percorri il tracciato, sino a raggiungere l’ampia curva della “pista da sci due” che sulla destra scende ripida verso l’Ombrellone;
  • risali a sinistra un breve tratto della curva, segui la segnaletica ben evidente che indica l’imbocco del sentiero al margine del bosco;
  • prosegui all’ombra dei faggi fino ad incrociare un ampio tracciato carreggiabile “pista uno”;
  • svolta a sinistra e percorri la pista in discesa;
  • un’ampia curva verso destra porta ad incrociare il sentiero 105;
  • svoltando a sinistra si sale verso il Rifugio la Selletta a quota m. 1575;
  • a destra il sentiero 105 scende lungo la Valle di San Rocco e dopo un breve tratto sterrato conduce al Campetto degli Alpini;
  • prosegui in discesa lungo la comoda strada asfaltata che riporta all’abitato di Roccaraso e giunge in Piazzetta, passando per la località Ombrellone.

 

Sentiero “Campitelli” n. 105 

 

  • Difficoltà: EF (Escursionistica Facile)
  • Partenza: dalla Piazzetta (m. 1275)
  • Arrivo: Località Campitelli, sito n. 7 (m. 1454)
  • Tempo di percorrenza: fino a Campitelli 2 ore e 10 minuti, percorso totale 4 ore 
  • Dislivello massimo: 350 metri.

 

  • Il sentiero 105 viene proposto come anello con partenza dal centro di Roccaraso e meta intermedia il valico di Campitelli, che offre una splendida vista panoramica del piano dell’Aremogna e delle alture circostanti;
  • partendo dalla Piazzetta seguire la strada asfaltata fino a scorgere il cimitero del paese;
  • sulla strada si apre l’imbocco del sentiero Campitelli, proprio in corrispondenza di un fontanile con acqua potabile, unica fonte di approvvigionamneto dell’acqua su tutto il percorso;
  • prosegui sul sentiero mantenendoti sulla sinistra fino ad addentrarti in un bosco di faggio molto caratteristico;
  • attraversa un prato percorrendo un tratto costreggiato da due lunghe murelle contornate da cespugli di rosa canina, ribes rosso e corniolo;
  • al rientro nel bosco il sentiero 105 si biforca nel sentiero 103;
  • continua a salire in un’alternanza di bosco e radure fino a raggiungere una zona panoramica che si affaccia su un calanco protetto da una staccionata, da cui è possibile ammirare (da sinistera verso destra) le alture molisane con il paese di Capracotta, la valle del Sangro, il Monte Arazzecca ricoperto da una fitta faggeta;
  • da qui il sentiero segue un cammino inconfondibile immerso nella secolare faggeta di Monte Maiuri, un tempo sicuro nascondiglio dei briganti;
  • risali a mezza costa la valle Arenaro in tutta la sua lunghezza, attraversando l’ampia radura di Campitelli, ai piedi del Monte Arazzecca;
  • raggiungi quota 1466 m. (sito 7) grazie ad un’ampia e comoda carrareccia chiusa al transito dei veicoli da una sbarra di ferro;
  • da segnalare in questo tratto la Pietra Puttanella (sito 6), tradizionale luogo di sosta, e la Rocchia di Letizia, leggendario e tragico luogo legato al brigantaggio locale;
  • dal sito n. 7 il sentiero, ben segnalato, degrada fino allo stazzo nei pressi di Fonte di Guardia, offrendo un’ampia panoramica del Piano Aremogna;
  • oltrepassato lo stazzo sulla destra, il sentiero risale verso nord lungo le pendici di Monte Maiuri, fino a raggiungere il Passo della Selletta a quota 1575 m. e l’omonimo rifugio;
  • dal rifugio discendi verso nord la Valle di San Rocco che, allargandosi, conduce alla località Campetto degli Alpini;
  • ora il sentiero si trasforma in strada asfaltata che riporta in Piazzetta, passando per la località Ombrellone.

 

 

Scopri anche gli itinerari #toccalabellezza.

 

Percorsi pensati per te, per riconnetterti con te stesso, immergendoti nella bellezza che ci circonda.